sabato 26 settembre 2020

A Pantaneto si aggirano incivili sporcaccioni.

Se qualcuno pensa che a Pantaneto il rispetto per la natura è il verbo quotidiano, mbè adesso c'è la conferma che si sbaglia.

Purtroppo nella zona, si aggira qualche incivile che deturpa il verde buttando mattonelle, pezzi di mobili, panni, giocattoli e rifiuti vari.

Marcello Olivieri, presidente di Teramo Vivi Città, ha inviato una segnalazione al Vigile Ecologico Vincenzo Calvarese, sperando che tra i rifiuti abbandonati ci siano dati utili per risalire al responsabile.

domenica 20 settembre 2020

Piazza Martiri Pennesi asfalto disastroso, grazie all'incapacità di chi amministra Teramo.

Un parcheggio a pagamento nel cuore di una città è come un biglietto da visita.
Fare una buona impressione a chi viene a Teramo, dovrebbe essere il primo dovere per chi amministra la cosa pubblica.

Ma qualche giorno fa l'amministrazione D'Alberto ha rimediato una ennesima figuraccia quando dei turisti, dopo aver parcheggiato la loro auto a piazza Martiri Pennesi, hanno esclamato parole irripetibili inciampando nei crateri dell'asfalto in pessime condizioni.

Però anche questa volta per l'assessore agli asfalti la colpa sarà di qualche ditta che non ha rispettato gli accordi presi, insomma la solita scusa banale.

Di certo rimane piú facile fare lo spavaldo scaricando le colpe agli altri, che ammettere di non essere all'altezza di ricoprire certi ruoli ma come diceva Don Abbondio..."uno il coraggio se non ce l'ha non se lo può dare".

sabato 19 settembre 2020

Marcello Olivieri, presidente Teramo Vivi Città, segnala alla Procura il degrado di vico del Garofano.

Vico del Garofano di Porta Romana sembra un percorso di guerra.
Una strada che rappresenta un grave pericolo per pedoni e automobilisti, nel cuore del centro storico.
Non è piú tollerabile il menefreghismo dell'assessore spavaldo di turno, che si arrampica sugli specchi pur di non ammettere che il piano asfalti è gestito malissimo.
Basta con cittadini di serie A e serie B, basta con le "rappezze elettorali".
Marcello Olivieri, presidente di Teramo Vivi Città, la prossima settimana invierà alla Procura della Repubblica una segnalazione corredata da documentazione fotografica.
I residenti di vico del Garofano e Teramo meritano più rispetto.

domenica 6 settembre 2020

Teramo vive male con una amministrazione comunale allo sbando.

Teramo vive male.
Ecco come si presentava questa mattina il parco fluviale.
La segnalazione è di una cittadina schifata dall'incivilta e da una amministrazione incapace di gestire la cosa pubblica.

mercoledì 15 luglio 2020

Con l'amministrazione D'Alberto Teramo è sempre più degradata.

Non c'è fine al degrado di Teramo e le foto realizzate in pieno centro nel largo Scarselli da Teramo Vivi Citta, sono solo una piccola dimostrazione.

Basta con la solita litania che non ci sono i soldi, o che la colpa è di quelli della fibra.

Una buona amministrazione ha il compito di risolvere i problemi della città e verificare se i lavori fatti da terzi sono stati eseguiti a regola d'arte.

Neanche con il rimpastino la giunta D'Alberto riesce a fare il minimo sindacale, anzi le cose sono peggiorate e il decadimento del territorio ne è la prova.

martedì 30 giugno 2020

Teramo invasa dai rifiuti per colpa di sporcaccioni incivili.

Teramo invasa dai rifiuti per colpa di sporcaccioni incivili.
Dal centro alla periferia oramai i trogloditi fanno a gara per sporcare la città.
Il nuovo malcostume è quello di lasciare nei cestini per piccoli rifiuti, i sacchi della spazzatura che dovrebbero essere smaltiti con la raccolta porta a porta.
E poi va a finire che questi buzzurri sono i primi a criticare la TeAm, senza rendersi conto del danno che fanno al nostro territorio.
Gli operatori della TeAm non hanno nessuna responsabilità, loro come tutti i cittadini per bene subiscono il degrado di una certa "società incivile".
Teramo Vivi Città, chiede controlli più serrati, quindi benvengano le telecamere ma funzionanti e non solo di facciata come accadeva nel passato. 

Teramo, il nuovo asfalto in via Sauro è degno della terra dei cachi.

In via Nazario Sauro i lavori per il nuovo asfalto lasciano molto a desiderare.
Diciamolo chiaramante, un principiante avrebbe evitato di asfaltare pure i tombini di scolo dell'acqua piovana.
Un asfalto a macchia di leopardo che di certo non è un bel vedere.
È proprio vero, al peggio non c'è mai fine.